Efflorescenze sulla pietra: cause e rimedi

Costruzioni ed edifici in laterizi e mattoni hanno un problema comune: le efflorescenze. Per lo più sono biancastre ma sono soprattutto antiestetiche. Quando notiamo l’insorgere di questo fenomeno sulla superficie di mattoni della nostra casa o sul muro del nostro cancello un’unica domanda sorge spontanea: “Perché?”. La risposta, che potrebbe sorprendere i più, è: “Perchè è inevitabile”.

Le cause delle efflorescenze sono da riscontrarsi nei sali solfatici contenuti all’interno del laterizio, la cui presenza è riconducibile a più fattori tra cui:

  1. l’impiego di leganti o additivi all’interno della malta utilizzata per la costruzione della muratura
  2. i fenomeni di risalita capillare dell’acqua che trasportano sali disciolti
  3. la composizione del laterizio (materie prime utilizzate e procedimento di cottura)

L’acqua, assorbita dalle porosità della pietra sotto forma di risalita capillare, pioggia e umidità, ha un ruolo determinante in questo processo degenerativo: in poche parole, l’acqua scioglie i sali e nel processo di evaporazione li trasporta verso la superficie esterna dove si depositano riprendendo la loro forma solida, con la conseguente formazione di efflorescenze biancastre, macchie e depositi salini.

Nelle soleggiate giornate di primavera, non è infrequente decidere di dare una bella ripulita al pavimento in pietra o al muretto esterno con un lavaggio con idropulitrice. Niente di più sbagliato! Così facendo forse potremo riuscire a rimuovere i depositi biancastri ma, di fatto, non facciamo altro che iniettare acqua nella muratura che scioglierà nuovamente i sali e li farà riaffiorare in superficie. E’ solo una questione di tempo. Per questo motivo il lavaggio a idropressione è sconsigliato; da preferire è sicuramente un lavaggio acido seguito da neutralizzazione.

L’unica e vera soluzione, tuttavia, rimane quella della protezione preventiva: un idrorepellente come Brickcover evita l’assorbimento di acqua e il formarsi delle conseguenti efflorescenze. Un trattamento che va ripetuto ogni 8-10 anni e che evita efflorescenze, muffe, batteri e distacco delle parti esposte alle intemperie. E’ la soluzione ideale che evita molti grattacapi.

Una risposta a “Efflorescenze sulla pietra: cause e rimedi

  1. La bellezza del laterizio è anche quella che comunque è un materiale in continuo cambiamento, per quanto riguarda le efflorescenze si ad un lavaggio con un blando acido, ma attenzione ad usare prodotti che impermeabilizzano il laterizio, perchè tutte le fornaci che producono laterizi facciavista fanno decadere le garanzie sui loro prodotti se trattati con prodotti impermeabilizanti…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...