Restaurare il legno antico: scienza, coscienza e conoscenza

“E’ l’unico oggetto fatto dall’uomo che riceve un battesimo: quando vari una barca chiami il prete, la fai benedire e le assegni un nome. Per questo le barche hanno un’anima, una storia da raccontare e un futuro da tramandare”. (Gilberto Penzo)

Il restauro di una imbarcazione storica, tutta di legno, non è un’operazione comune: servono scienza, coscienza e conoscenza. C’è una bella differenza fra riparazione e restauro, e la Compagnia della Marineria Tradizionale Il Nuovo Trionfo né è consapevole, per questo ha scelto le tecniche più sofisticate ed innovative che si applicano anche al restauro di edifici storici o di opere d’arte.

Il legno del Trabaccolo in questione ha compiuto 90 anni, ed è l’unico fra i centinaia che affollavano l’adriatico il secolo scorso ad essere rimasto in navigazione.

Il trabaccolo “Il Nuovo Trionfo” durante il restauro

I dettagli di come si è svolto il restauro, le tecniche di rilievo orto-fotografico, le scelte di intervento sono molto ben descritte qui. Per il restauro del legno antico invece, sono stati utilizzati due prodotti specifici:

  1. Per la rimozione delle patine biologiche: Nasier Gel
  2. Per la protezione, consolidamento e impermeabilizzazione del legno: Everwood

Nello specifico Nasier gel è un prodotto BioNanostrutturato, costituito cioè da Nanotecnologie ed enzimi, che permettono la rimozione di patine biologiche quali muffe, licheni, alghe, cianobatteri ecc. Viene spalmato direttamente sulla superficie da trattare e in pochissimi minuti è in grado di rimuovere del tutto la patina dannosa, senza intaccare l’integrità del manufatto. E’ un prodotto sicuro per l’uomo e  per l’ambiente ed è semplicissimo da utilizzare. Può essere applicato sia in forma liquida che gelificata e agisce in una sola applicazione.

Everwood è un protettivo e consolidante per qualsiasi tipologia di legno. A base di silicato di sodio (vetro liquido) è in grado di penetrare in profondità e costituire una barriera permanente. Grazie alle sue caratteristiche è in grado di reagire con la cellulosa presente nel legno e di “vetrificare”, riducendo del 50% l’assorbimento dell’umidità e acqua. Una volta applicato, Everwood permette la normale traspirazione del legno poiché non produce un film o una pellicola. E’ un prodotto ecologico e sicuro per l’ambiente. Infine, grazie al suo pH alcalino, il prodotto preserva dall’attacco di microrganismi, come i Terenidi, impedendo l’attecchimento di patine biologiche.

L’utilizzo sinergico di questi due prodotti, pertanto, ha permesso di svolgere alcune delle fasi fondamentali del restauro di un manufatto così importante come il Trabaccolo, costituendo un vero e proprio kit per la pulitura e la protezione del legno.

Ho avuto l’onore e il piacere di conoscere le persone che si sono occupate di trasmettere ai nostri figli l’ultimo Trabaccolo: come già detto vi ho trovato scienza, coscienza e conoscenza. Se passate per Venezia, non mancate di visitare questa imbarcazione storica normalmente ormeggiata nel suo approdo naturale, la Punta della Dogana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...